Feste in Alpeggio

Una camminata in quota, tra boschi selvaggi e laghetti incantati. E quando le gambe si fanno pesanti, un abbondante piatto di pizzoccheri, innaffiato da un buon vino ed accompagnato dai canti della gente di montagna: sono questi gli ingredienti principali delle meravigliose feste in quota, che riempiono quasi senza sosta l’estate di Grosio. Si comincia a giugno, con i weekend di “Apertura” di Eita, Malghèra e Biancadino: la festa si apre con la cena al sabato sera, e prosegue alla domenica con la Messa di benedizione dell’alpeggio ed il pranzo conviviale. Intorno alla metà di luglio cade invece l’immancabile appuntamento della “Cros de l’Alp”, particolarmente amato dai grosini: di buon mattino ci si mette in marcia verso i 2300 m di quota dell’alpeggio, raggiungibile soltanto a piedi, per poi partecipare alla Messa e pranzare all’aria aperta, seduti al sole o all’ombra di un abete. Con un bicchiere di vino rosso ed una vista mozzafiato sull’Alta Valle a impreziosire la giornata. Nella settimana di Ferragosto si replica in Eita, Malghèra e Biancadino con le sagre dell’Assunta, proseguendo poi con la festa dell’Alpe Redasco, dove si celebra la Messa presso la cappella edificata dai valligiani in memoria degli Alpini dispersi in Russia, e si pranza con l’emozionante panorama della Valgrosina Orientale sullo sfondo. Soltanto qualche settimana di pausa, e poi si torna in quota per le feste di “Chiusura” di Eita, Malghèra e Biancadino, con le quali i grosini celebrano la fine dell’estate ed il ritorno in paese dopo i mesi trascorsi sulle valli.

Approfondimenti: Le Fabbricerie

 


Save pagePDF pageEmail pagePrint page
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On Youtube